• Forum

    ...verso il forum sociale antimafia del nord il 13/14 aprile 2012
  • Sponsor ufficiale


    Agenzia Generale di DESIO
    Via Forlanini, 48
    20832 DESIO (MB)
    Tel. e Fax:
    0362/628633-630512
    Contattaci per e-mail

FORUM ANTIMAFIA DEL NORD. LA SFIDA LANCIATA CON SUCCESSO

Dal 13 al 14 aprile scorsi a Desio si sono tenuti i lavori del Forum Antimafia del Nord. Decine di Associazioni, Cittadini, Docenti, Amministratori pubblici e Magistrati si sono alternati in un dibattito intenso ed appassionato. All’apertura dei lavori Roberto Corti e Lucrezia Ricchiuti (Sindaco e Vicesindaco di Desio) hanno fatto gli onori di casa avendo, non tanto e solo patrocinato l’evento, ma vi hanno partecipato attivamente per il pieno successo. Significativo l’intervento in video conferenza del Consigliere Regionale della Lombardia Giulio Cavalli. Da segnalare l’intervento del referente legalità del Comune di Cavenago che ha illustrato il regolamento per il rilascio delle licenze per l’apertura di sale da gioco in questo comune della Brianza; il Comune di Bollate ha presentato il lavoro della Commissione Antimafia e la Provincia di Pavia le iniziative di sostegno alle Amministrazioni che intendono avviare percorsi alla legalità. Nella seduta mattutina del 14 decine di associazioni hanno portato il loro contributo e il momento più significativo è stato il collegamento con la Val Susa a Bussoleno, per portare la solidarietà del Forum al Popolo della Val Susa vessato e martoriato dal cantiere della TAV. Una sorta di gemellaggio fra chi non è d’accordo con la TAV in Val Susa e chi non è d’accordo con la Pedemontana e la Tangenziale esterna di Milano (TEM) in Lombardia. Nel pomeriggio abbiamo assistito ad un vero e proprio seminario coordianto da Umberto Santino del Centro Siciliano di Documentazione intitolato a Peppino Impastato nel quale autorevoli docenti e ricercatori si sono alternati con interventi significativi. Dal Prof. Savona, dell’Università di Genova, che ha parlato della pratica di lotta non violenta, alla Prof Buzzelli dell’Università di Milano Bicocca che ha trattato le questioni connesse al diritto alla resitenza e Jole Garuti che ha relazionato sulla applicazione della legge 2/2011 sulla Educazione alla Legalità e sul come sono stati spesi malamente dalla Giunta regionale i 500.000,00 euro stanziati per il 2011. Il Dott. Walter Mapelli, PM al Tribunale di Monza, ha illustrato le linee guida sui temi della legalità formale e quella sostanziale. Dunque una qualità generale degli interventi veramente elevata che ha permesso ai tanti partecipanti di farsi e di formarsi un idea e aggiornare il proprio bagaglio culturale e tecnico. Tutti gli obiettivi del Forum sosno stati raggiunti; l’appuntamento per tutti è a Cinisi il 7,8 e 9 maggio per il 34 anniversario dell’assissino di Peppino Impastato.

 

FORUM ANTIMAFIA DEL NORD

Rete Antimafia provincia di Brescia
Movimento Agende Rosse
Comitato per la pace di Borgosatollo

Tavola della Pace-Circolo Peppino Impastato Vallebrembana
Osservatorio sul Lodigiano
Circolo Arci Radio Aut Pavia
Osservatorio Antimafie di Monza e Brianza

Il forum 2012 – Documento di convocazione

Nell’estate del 2009, il Sindaco leghista del Comune di Ponteranica (Bergamo) decise di togliere dalla Biblioteca Comunale l’intitolazione a “Peppino Impastato”, vittima della mafia. Il 26 settembre dello stesso anno migliaia di persone si ritrovarono a Ponteranica, sfilando pacificamente in corteo, per chiedere il ripristino della targa in memoria di Peppino.

Anche nell’anno 2010 migliaia di persone giunsero a Ponteranica da tutta Italia per ribadire la richiesta, e rinnovare il proprio impegno, contro tutte le mafie e i loro protettori politici a nord come a sud.

Le inchieste di questi anni “Infinito”, “Tenace” e “Crimine” ed i relativi processi, hanno dimostrato come le mafie, soprattutto la ndrangheta, agiscono in tutti settori economici nel nord ed in particolare in Lombardia. Questa organizzazione criminale ha mosso i suoi primi passi nell’edilizia, nella sanità, nell’agricoltura. L’economia mafiosa, che mantiene la propria accumulazione primaria nei settori storici della droga, prostituzione, racket ed estorsioni è stata capace di insinuarsi negli apparati della finanza, dei grandi appalti, del riciclaggio dei rifiuti.

Oggi la ndrangheta è in grado di condizionare la vita politica ed economica del Nord, grazie ai capitali di cui è in possesso, e questa capacità è dimostrata dal numero elevato di società e di pubbliche amministrazioni sciolte o commissariate per infiltrazioni mafiose anche al nord. Le ultime indagini sulla TAV in Val Susa, nei cantieri della BreBeMi e in quelli dell’ EXPO 2015 ne sono l’evidente conferme, e questo è potuto accadere nell’indifferenza, o nel peggiore dei casi, col silenzioso assenso di chi governa da vent’anni la Regione Lombardia ed i principali Comuni capoluogo della Lombardia.

Tuttavia in questi anni la società civile e la buona politica hanno saputo rispondere e sperimentare modi nuovi per il ripristino della cultura e rispetto della legalità, il coinvolgimento, la partecipazione e la risposta democratica alle prevaricazioni mafiose.

Diviene perciò essenziale un percorso di ricerca che permetta di uscire definitivamente dalla situazione creatasi in modo particolare al Nord, in cui le logiche prevalenti del sistema economico confondono spesso l’economia criminale con quella cosiddetta legale.

Scopo primario del Forum Antimafia del Nord (in relazione all’omologo che si tiene ogni anno a Cinisi-Palermo), è quello di realizzare un momento unitario di confronto, studio, di autoformazione e scambio di esperienze tra Associazioni che si occupano di Antimafia e tra Amministrazioni Comunali, al fine di trovare suggerimenti e strategie per continuare a contrastare sempre più efficacemente i fenomeni della colonizzazione mafiosa del Nord evidenziata già nel 2008 dalla Commissione Parlamentare Antimafia.

IL COMITATO PROMOTORE – FORUM ANTIMAFIA DEL NORD:

Casa Memoria Impastato Cinisi
Centro siciliano di Documentazione Impastato Palermo
Comune di Cavenago di Brianza
Rete Antimafia provincia di Brescia
Movimento Agende Rosse
Comitato per la Pace di Brescia
Tavola della Pace-Circolo Peppino Impastato Vallebrembana
Comune di Inzago
Osservatorio sul Lodigiano
Circolo Arci Radio Aut Pavia
Osservatorio Antimafie di Monza e Brianza
Giulio Cavalli
Comune di Desio
Associazione Saveria Antiochia Omicron

(si stanno aggiungendo altre Associazioni e Comuni)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.